martedì 11 dicembre 2007

Un piccolo passo per l'uomo

Se ogni volta che avessi voluto scrivere qualcosa invece che limitarmi a pensarla la avessi poi fermata su carta, il mondo sarebbe migliore. Dico sul serio. Ho idee bellissime, una comprensione della realtà sorprendente, ma rimango l'unica persona cui è consentito l'accesso ai miei pensieri.

Quindi come atto di rara liberalità e speranza verso l'umanità redenta o da redimere apro questo blog.

Finisce poi che ci credo sul serio.

la cosa che mi è sempre riuscita meglio è stata divagare. Andare fuori tema come segno di distinzione. Una irrefrenabile tendenza a girare intorno alle cose che ho spesso vissuto con senso di colpa.

Non c'è nulla di male a divagare. E' il pensiero laterale bellezza. Se ne sono dotato non vedo perchè non farne uso. Senza compiacermene, cercando magari di tenere la barra dritta, ma non più dannandomi l'anima se la nave invece di andare in porto procede alla deriva.

1 commento:

sp ha detto...

io ci credo!
al fatto che le tue divagazioni siano utili al mondo, dico.
e non lo dico per giustificare le mie.

ok, anche.
ma se vogliamo vederla dalla mia prospettiva egoistica, allora sono contenta perche' siamo piu' vicini!

come mi disse giuseppe regalzi (http://bioetiche.blogspot.com/) un paio di anni fa: benvenuto nella blogosfera!