giovedì 10 aprile 2008

concorsi, partite e lotterie


No, io il mazzo come un pajolo non gliel'ho fatto neanche stavolta. Anzi credo che tiferò per il Sassuolo perché a me il Foligno non sta niente affatto simpatico.
Centro selezione e reclutamento dell'esercito italiano, ma stavolta niente stellette e baschi neri.
Dietro a me seduto un sedicente ricercatore di diritto internazionale, assistente di civile e avvocato praticante in non so bene quale prestigioso studio romano.
Ovviamente della città di Bob Dylan. Filadelfia. Provincia di Vibo Valentia.
35 anni e forse la laurea presa lo scorso semestre. Spaccati di un'Italia stracciona e cazzara che si riempie la bocca di titoli e aspira al posto fisso al ministero.
Io almeno aspiro e basta. Forse dovrei cominciare a fumare.
Ma almeno su una cosa non c'è dubbio: vince colui che soffre e dura.

Nessun commento: